Alla scoperta del kamut

Dopo qualche strappo alla regola collezionato nei giorni del Carnevale, l’ideale è provare una delle ricette della serie “Gusto&Salute” in compagnia di Gloria Turi capace, come al solito, di esaltare i sapori pur nel pieno rispetto della salute.

“Durante un fine settimana in montagna, girellando con il mio gruppetto sia per sentieri che per ristoranti, abbiamo notato la presenza frequente di primi piatti nonché pane e pizza, fatti con la farina di kamut. Alcuni dei miei compagni di vacanza mi hanno chiesto notizie di questo cereale, che ha avuto negli ultimi anni grande diffusione come alternativo al grano comune. Interpretandola come la possibile curiosità di molti, ho pensato di condividere sia alcune notizie che una ricetta. Il kamut è un cereale molto antico, coltivato più di 5.000 anni fa dagli egiziani. Ha un aspetto simile al grano, ma i suoi chicchi hanno dimensioni più grandi. Ricco in minerali, fra cui il calcio, il ferro, il magnesio, il fosforo, il potassio, il rame, lo zinco, il sodio ed il selenio, contiene anche alcune vitamine del gruppo B e la vitamina E. Ricordiamo che contiene glutine e che pertanto non può essere consumato dai celiaci. Allora ecco una ricetta decisamente inconsueta, facile e gustosa, il cui apporto calorico per porzione è di circa 350 calorie”.

Pasta con finocchi, porri e noci

Ingredienti per 4 persone: 280 grammi di pasta di kamut; 2 finocchi di media grandezza; un porro; i gherigli di sei noci; 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva; 2 cucchiai di parmigiano; prezzemolo fresco.

Preparazione: Tagliare in lamelle sottili il finocchio e il porro e metterli in una padella antiaderente con una tazzina di acqua. Aggiungere un pizzico di sale, coprire e far cuocere per circa 15 minuti. Nel frattempo cuocere la pasta di kamut che, ovviamente, può essere sostituita dalla pasta normale. Quando la pasta sarà pronta, scolarla e metterla nella casseruola con le verdure. Aggiungere il parmigiano , l’olio e mantecare a fuoco basso. Togliere dal fuoco e aggiungere i gherigli di noci spezzettati grossolanamente e il prezzemolo. A piacere, può essere aggiunto un pizzico di pepe.

Questa voce è stata pubblicata in Gusto&Salute, News e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...