Chapeau per Guardabasso e Azzi

Metti un sabato in aperta campagna, tra Murlo e Buonconvento, la musica jazz e la cucina di due personaggi diversi ma uniti dalla passione per la ricerca della sorpresa per i commensali. Da una parte Riccardo Guardabasso, uomo eclettico passato dai conti in banca ai fornelli per puro hobby e Stefano Azzi prima ristoratore ed ora cuoco a domicilio. Insieme nella cucina della suggestiva tenuta “Cinque Poderi” di proprietà della Misericordia di Siena hanno regalato una carrellata di sapori ispirati alla terra senese in una serata speciale, organizzata dalla Pro Loco di Murlo (eh si, per fortuna esistono ancora!). Tutti prodotti a km 0 e non poteva essere altrimenti in questa fetta dispersa di terra senese, dove lo sguardo si perde tra ettari di seminato e altrettanti di bosco, un tempo popolati dai contadini dei cinque poderi e oggi tornati ai vecchi splendori, grazie ad un’ottima opera di recupero. La cena, allestita nella suggestiva terrazza con 100 commensali, inizia con lo spiedino di Caprese, dove si uniscono i sapori del formaggio dall’azienda Frescobianco di Sovicille con il pane del Forno Mazzeschi di Vescovado e l’olio prodotto proprio dalla tenuta dell’Arciconfraternita della Misericordia. Si prosegue con la tartara di manzo della Bottega delle Carni di Buonconvento, arricchita dai colori e i sapori dei peperoni e delle olive taggiasche dell’azienda il Mangiafrutta di Monteroni (probabilmente il piatto più interessante della serata per gusto e originalità). Poi la pasta: le crespelle cacio e pepe sfumate alla grappa di Vernaccia su crema di pere (davvero squisite!), e la lasagna aperta con ragù di volatili. Per secondo il coniglio farcito agli aromi mediterranei e patate al forno. Per finire semifreddo di ricotta e panna con fondente di cioccolata. Davvero da leccarsi i baffi. Se l’estate avesse fatto l’estate la serata sarebbe stata perfetta. Grandi panorami, buona cucina e buon vino (il Bianco Toscano Igt 2009 e il Chianti Colli Senesi Docg 2007 della locale azienda Campriano). Invece, pur essendo il 30 luglio, ci voleva un abbigliamento autunnale per cenare all’aperto e per riscaldarsi sarebbe stato ottimo con vin brulè! A Riccardo e Stefano i complimenti di Wine Station.

Questa voce è stata pubblicata in Eventi, News e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...