L’ Amarone conquista le donne

L’ Amarone si fa amare, anche dalle donne. Lo dicono i produttori alla vigilia dell’anteprima dell’illustre vino della Valpolicella (l’annata 2007 si svela a Verona nel fine settimana, per info cliccate qui). E come rappresentante del gentil sesso, confermo! La prima volta che l’ho assaggiato, effettivamente sono rimasta impressionata dalla sua forza. Meno male che c’era sulla tavola un banchetto a base di carne, così gli effetti furono meno dirompenti. Però, nonostante sia un vino robusto, è davvero apprezzabile anche da chi di solito preferisce l’aroma ed i profumi nel bicchiere. Sarà perché le donne sono attratte dal macho, quello che fa il duro ma ha il cuore tenero? Macché, non c’entra niente la scelta del vino con i luoghi comuni dell’amore; è piuttosto la sua anima così coinvolgente che attira chiunque sa apprezzare i buoni sapori. La conferma sulle nuove tendenze del gusto viene da una donna del vino, Sabrina Tedeschi, della cantina Tedeschi: “Bisogna sfatare il luogo comune che il Recioto è il vino delle donne e l’ Amarone è degli uomini. Ormai la presenza e l’interesse femminile per questo vino è in crescita in molti mercati importanti come gli Stati Uniti o il Nord Europa. Indubbiamente la tecnica di lavorazione degli ultimi anni ha ingentilito il sapore e le caratteristiche di questo vino, rendendolo più adatto ad un pubblico attento ed esigente come quello femminile”. Quindi donne provate a berlo ma non da sole. Infatti, sempre dalla Valpolicella ci dicono che l’ Amarone è considerato un vino da gustare in compagnia. Vista la sua “dirompenza” è sconsigliato berne una bottiglia da soli…Dunque, per concludere, sulla tavola un menù elaborato a base di umidi, una bottiglia di Amarone, calici colorati e soprattutto una buona compagnia. Sarà una serata perfetta… aspettando che si alzi il sipario sull’Anteprima dell’Amarone 2007 in programma a Verona questo fine settimana. Per info cliccate qui.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Eventi, News e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...