Il gusto visto da New York

Ancora non si è capito se gli americani sono dei palati sopraffini o se ketchup e burro di noccioline gli hanno rovinato definitivamente le papille gustative. A dir la verità, quando vengono in vacanza in Italia, a parte qualche caso non più recuperabile, gli yankee apprezzano la Bistecca alla fiorentina ed il Chianti e, mentre ridono a crepapelle, forse anche per effetto del vino, seduti nelle “nostre” trattorie sembrano proprio gradire il nostro cibo dal sapore genuino. Probabilmente c’è ancora un buon numero di popolazione statunitense da convertire al mangiare bene! Ci provano i ristoranti newyorchesi che, negli ultimi anni, hanno scelto di puntare sulla qualità e ora vengono premiati dalla guida Michelin New York. Sono 68 i locali che, come racconta l’edizione odierna de “La Repubblica”, hanno ricevuto una menzione sulla “bibbia” del gourmet. Nel Nuovo Mondo, dove tutto deve essere grande e super condito, esistono dunque luoghi alla moda dove sul tavolo non si trovano salse appetitose che modificano i sapori anzi sono bandite: a NY in questo periodo si mangia soprattutto giapponese, quindi una cucina salutare e povera di eccessi di sapori. Non mancano i ristoranti italiani, o pseudo tali, mentre non figurano grandi chef nati nel Belpaese. Leggendo meglio, però, la descrizione dei locali premiati dalla Michelin viene da chiedersi se gli statunitensi ci vanno davvero perchè si mangia bene oppure perchè a New York si è già visto di tutto e solo chi riesce nuovamente a sorprendere fa fortuna: c’è il ristorante con il tavolo che gira intorno alla cucina e lo chef che prepara i piatti davanti ai commensali, oppure le cene vegetariane allestite dentro templi zen… insomma quanto conta il vero gusto? Nel rispetto di tutte le tradizioni culinarie mondiali, puntiamo ovviamente su quella italiana e se troviamo il modo per esportare la vera cucina italiana possiamo scommettere che l’anno prossimo saremo nella top 10 della guida Michelin New York.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...