Mangiare bene e spendere il giusto: l’equilibrio dove sta?

Insalata nel sacchetto già tagliata e lavata oppure cesto di lattuga con ancora un po’ di terra sulle foglie? Sono le scelte che offre oggi il mercato, la prima per chi ha fretta e se infischia della tracciabilità del prodotto, la seconda invece riservata a chi sente ancora la differenza… Certo la verdura, la frutta, la carne, tanto per citare alcuni prodotti della nostra dieta, sono migliori se provengono dalla fattoria, ma il prezzo è concorrenziale? Sembra di sì, soprattutto se si fa una spesa intelligente. E’ ciò che sostiene Paola Turchi, presidente dell’associazione Erbandando, che oggi a Sovicille, alle porte di Siena, terrà il seminario “Economia quotidiana e cibo di qualità”. Nella tavola rotonda verrà affrontato il tema di come far conciliare la genuinità del prodotto con gli euro nel portafoglio. “Intanto comprando quello che è necessario – spiega Paola Turchi – perché se mangiamo sano non avremo bisogno di integratori alimentari e vitamine, che invece in molti consumano, e quindi risparmieremo”. Può essere davvero questa una strada sostenibile?

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Eventi, News, Winestation alla radio e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...