Il week end di Franciacortando, tra visite, pic nic e cibo di strada

Il giardino di Palazzo Monti della Corte

Il giardino di Palazzo Monti della Corte

E’ “Eat local and drink Franciacorta“, il motto dell’edizione 2015 di Franciacortando, il week end promosso dalla Strada del Franciacorta per sabato 13 e domenica 14 giugno. La quinta edizione, anche in riferimento all’Expo di cui il Franciacorta è Official Sparkling Wine, vedrà come tema centrale il cibo di strada con prodotti locali e un goloso abbinamento tra pizza e Franciacorta. La giornata di sabato 13 sarà dedicata alla scoperta del territorio, dei suoi vini, prodotti e cibi mentre domenica una grande festa vedrà riuniti tutti i protagonisti della Strada del Franciacorta e noti chef italiani in una sola, suggestiva location carica di storia, Palazzo Monti della Corte a Nigoline di Corte Franca. Tanti gli appuntamenti per un week end divertente e gustoso. Sabato 13 giugno le cantine organizzeranno micro eventi a tema (tra le tante aziende protagoniste Il Monsel propone un goloso pic nic all’aria aperta con specialità bio, salumi artigianali e verdure di fattoria, il tutto accompagnato da due tipologie dell’azienda, il Brut Sans Anné e il Satén Millesimato), visite guidate e degustazioni, così come i laboratori di prodotti tipici e le distillerie, che sveleranno ai visitatori i segreti delle loro lavorazioni.  Il sabato sera sarà all’insegna di un grande evento diffuso su tutto il territorio, che coinvolgerà ristoranti, trattorie e agriturismo associati alla Strada del Vino, ciascuno dei quali proporrà il suo personalissimo Menu Franciacortando dedicato alla cultura enogastronomica locale. Alla base dei piatti, che saranno abbinati a varie tipologie di Franciacorta, i pregiati prodotti –anche di nicchia – di questa terra. Domenica 14 giugno gli spazi dello storico Palazzo Monti della Corte di Nigoline, con il parco secolare e l’antico brolo, saranno l’affascinante scenario di una grande festa all’insegna del gusto della cucina di strada a base di prodotti franciacortini, del cibo sostenibile, della vivacità del barbecue, dell’abbinamento Pizza&Franciacorta. Per animarla arriveranno in Franciacorta noti chef e pizzaioli come Mauro Uliassi, Luigi Taglienti, Eugenio Boer, Giorgio Ravelli, Denny Imbroisi, Ciro Salvo. Con loro tutti i protagonisti della Strada del Franciacorta: gli chef (Stefano Cerveni, Gaetano Torrente franciacortino d’elezione, Fabio Abbattista, Fabrizio Albini, Vittorio Fusari, Andrea Martinelli, Ennio Zanoletti), i vignaioli, i produttori di specialità tradizionali del territorio.

 

Pubblicato in Eventi, News | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

In diretta da Castelnovino tra vini e sapori del Chianti

caliceL’ottava stagione radiofonica di Wine Station si chiude con un’inedita puntata, in diretta da Castelnovino, l’evento dedicato a calici e buon gusto in programma sabato 6 giugno, nel cuore di Castelnuovo Berardenga. La puntata sarà inedita soprattutto per l’orario di messa in onda: non la classica fascia dalle 12,10 alle 13 ma quella dalle 17 alle 18, nel cuore di un pomeriggio dedicato al vino e ai sapori allestito tra Piazza Marconi e Villa Chigi. La puntata numero 32 del format condotto da Cristiana Mastacchi e Giovanni Pellicci sarà tutta dedicata al Chianti nelle sue declinazioni migliori: il paesaggio, il territorio, quindi il vino e la tavola. Ospiti ai microfoni per approfondimenti, spunti e curiosità saranno il sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi, i rappresentanti dell’associazione “I Perseveranti” che ha curato l’evento e poi i produttori presenti con i loro nettari tra gli stand e gli chef dei ristoranti del paese che, per l’occasione, prepareranno alcuni dei loro più piatti più significativi in chiave street foodUn modo coinvolgente e conviviale per parlare di vino attraverso i suoi protagonisti in un contesto d’eccezione e suggestivo in ogni suo angolo: questa la formula scelta da Wine Station per salutare i suoi radioascoltatori e rimandare all’appuntamento con la prossima stagione radiofonica che partirà da settembre 2015, sempre su Antenna Radio Esse.

Pubblicato in News, Winestation alla radio | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ricette da Expo: proviamo il babaganoush dagli Emirati Arabi

Nuovo appuntamento con la rubrica curata da Gloria Turi che ci suggerisce spunti e ricette insolite da Expo. Questa volta andiamo negli Emirati Arabi Uniti, paese che ospiterà l’edizione 2020 dell’Esposizione Universale.

Padiglione Emirati Arabi UnitiLa visita al padiglione degli Emirati Arabi Uniti è preceduta da una lunga fila, che permette di osservarne attentamente la struttura, progettata da Foster e Partners, caratterizzata da un insieme di pareti che evocano il deserto, in forma verticale, attraverso il colore e l’increspatura della sabbia. All’interno del padiglione la cultura tradizionale e la convivialità del cibo si combinano con un ambiente tecnologico multimediale che da origine ad un’esperienza divertente e stimolante che culmina nella proiezione di un cortometraggio sulla storia di una famiglia e di una palma da datteri. Per rievocare le sensazioni destate dalla visita a questo padiglione, ecco la ricetta del babaganoush, una crema di polpa di melanzane dal sapore delicato e aromatico, per la presenza della tahina. La tahina è una pasta di sesamo, dall’aspetto burroso ma meno solido che si ottiene dai semi di sesamo tostati e spremuti.

Ingredienti: 600 grammi di melanzane; il succo di un limone; uno spicchio di aglio; 2 cucchiai di tahin; 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva; menta.

Procedimento: lavare e asciugare accuratamente le melanzane. Cuocerle in forno statico indexpreriscaldato a 180° per 1 ora e mezza o in forno ventilato a 160° per 1 ora e 20, avendo cura di rigirarle un paio di volte per far sì che cuociano bene su tutti i lati. Quando la buccia sarà raggrinzita e avranno raggiunto una consistenza molle, sfornatele e quando si saranno intiepidite, aprite le melanzane e scavate la polpa con un cucchiaio raccogliendola in una ciotola e schiacciatela con la forchetta. Versate l’olio extravergine di oliva e la tahina. Aggiungete uno spicchio d’aglio tritato finemente e il succo di un limone. Salate e pepate a piacere. Aggiungete le foglioline di menta tritate e mescolate il tutto fino ad ottenere una crema densa e raggrumata.

Una versione più europea ci suggerisce di raccogliere tutti gli ingredienti e frullarli fino ad ottenere una crema omogenea. In entrambi i casi il babaganoush può essere uno sfizioso antipasto se servito in piccole ciotole con bastoncini di sedano, carote o foglie di indivia, o accompagnare le felafel o il pane arabo durante il convivio.

Cosa ci beviamo? Vista l’impennata del termometro registrata nelle ultime ore, il consiglio di Wine Station con questa ricetta è quello di stappare un vino bianco fresco. Che ne dite di un Pinot Bianco? Potete sceglierne tra quelli prodotti in Friuli oppure in Toscana, apprezzandone comunque le sue note profumate e delicate nonché le sfumature dorate. Un vino dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, considerato facile dagli esperti ma recentemente protagonista di un importante riscoperta. Se invece pensiamo ad una bollicina, il Pinot Bianco rappresenta una delle principali basi per il Franciacorta, in purezza o in cuvée con lo Chardonnay.

Pubblicato in Gusto&Salute, News | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Wine Station a Castelnovino per un sabato dedicato al vino e al gusto

castelnovino-castelnuovo-berardengaSabato 6 giugno torna Castelnovino con la terza edizione di una kermesse che unisce enogastronomia, cibo di strada, arte e buon gusto per valorizzare le eccellenze del Chianti e dei suoi paesaggi. A Castelnuovo Berardenga a partire dalle 16 sono tanti gli appuntamenti in programma, con il vino e il gusto grandi protagonisti. L’evento, organizzato dal Comune di Castelnuovo Berardenga e dall’associazione “I Perseveranti”, proporrà un pomeriggio di degustazioni accompagnate da artigianato locale, fotografi, scultori e una mostra estemporanea degli artisti del Gruppo degli Estrosi. Il programma inizierà alle ore 16 con l’apertura degli stand gastronomici delle 35 aziende vitivinicole presenti che saranno allestiti nel centro storico e lungo il percorso che dall’interno di Villa Chigi – aperta al pubblico per l’occasione – porterà a Piazza Marconi. In Piazza Castello sarà creato un vero e proprio “Villaggio dell’Arte” con diciannove artisti, fra cui il Gruppo degli Estrosi e dodici artigiani, che lavoreranno dal vivo per dare forma alle proprie creazioni originali accanto a esposizioni fotografiche e spazi riservati a pittori e scultori. Nel parco di Villa Chigi, aperto al pubblico, è previsto anche un raduno di Ferrari, mentre alle ore 18, in Piazza Marconi, sarà presentato il libro “A cena con Babette”, scritto da Lorenzo Bianciardi e Giovanni Pellicci e dedicato all’unione fra passione per il cinema e per la buona tavola. L’appuntamento sarà moderato da Cristiana Mastacchi e seguito dal dibattito del professor Marco Biagi su “Gli effetti benefici del vino”, a cui parteciperà anche Massimiliano Scapecchi. A seguire, dalle 17 alle 18, una puntata in diretta di Wine Station con approfondimenti ed interviste dedicate al vino, al gusto e al territorio. Alle ore 21.30, sempre in Piazza Marconi, è previsto il concerto del gruppo I Jaguari, mentre gli appassionati di calcio potranno seguire su un maxi schermo la finale di Champions League fra Juventus e Barcellona. Sempre in tema vino, nel centro storico sarà allestito anche uno spazio unico di vendita in cui sarà possibile acquistare le bottiglie in degustazione presso gli stand. Il Chianti Classico avrà la presenza più nutrita, accanto a Chianti, Brunello di Montalcino, Vernaccia di San Gimignano, Nobile di Montepulciano e Vini d’Orcia e a un assaggio di Bolgheri e Maremma. La Fisar Valdichiana sarà lo sponsor istituzionale della kermesse, che vedrà anche la partecipazione di esperti sommelier per le degustazioni guidate. Insieme al vino, sarà possibile riscoprire i sapori della Berardenga nelle dieci postazioni di street food allestite da ristoratori, pizzerie, norcinerie, bar e gelaterie di Castelnuovo. Sono previsti anche menù a “misura di bambino”, con il “Baby Street Food” che prevede un pasto adatto ai più piccoli, con pizza e bevanda.  Per ulteriori dettagli ed informazioni clicca qui.

Pubblicato in Eventi, News | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Gianni Mura, i vini di Maremma e gli eventi chiantigiani su Wine Station

val delle roseLa nuova immagine dei vini firmati dalla famiglia Cecchi a Val delle Rose in Maremma; gli appuntamenti chiantigiani di Radda nel Bicchiere e Castelnovino e poi i consigli per evitare la fregatura al ristorante in compagnia di Gianni Mura. Wine Station saluta il mese di maggio con la puntata numero 31 Antenna Radio Esse di Siena con i consigli enogastronomici per il fine settimana. Partiremo dalla Maremma in compagnia di Andrea Cecchi sorseggiando il Morellino di Scansano e il Vermentino di Val delle Rose, azienda che si trova nella frazione di Poggio alla Mozza nel comune di Grosseto ed ha appena presentato il nuovo volto di alcune delle sue etichette. Per gli eventi da non perdere in questo lungo ponte c’è innanzitutto la ventesima edizione di Radda nel Bicchiere, nel cuore del Chianti Classico. Con Luciano Porciatti scopriremo la formula di un evento ormai storico, capace di attirare turisti e appassionati locali, proponendo in degustazione l’interpretazione del Gallo Nero firmata dai produttori di Radda. Sempre in tema Chianti Classico, ci sposteremo a Castelnuovo Berardenga per presentare in anteprima Castelnovino, l’evento in programma dal pomeriggio di sabato 6 giugno con ospiti aziende vitivinicole della provincia senese e toscane ma non solo. Gran finale in compagnia di Gianni Mura, prestigiosa firma enogastronomica e sportiva de La Repubblica, con cui converseremo del suo ultimo libro “Non c’è gusto. Tutto quello che dovresti sapere prima di scegliere un ristorante”, un vero e proprio manuale con consigli utili da adottare per scongiurare fregature al momento di mettersi a tavola.

Pubblicato in News, Winestation alla radio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il vino nelle dimore storiche, nelle cantine…aperte e in bici

dimore storicheGli itinerari da seguire in bicicletta tra le colline del Chianti a Dievole; le degustazioni in storiche dimore poi Cantine Aperte e il nuovo locale tutto dedicato alla pasta nel centro di Siena. Tanti gli eventi da segnare in agenda seguendo la nuova puntata di Wine Station, in onda qui e dedicata alle tante proposte enoturistiche che arrivano dal territorio. La puntata inizierà da Dievole dove, in sella ad un mountain bike con Leonardo Petri, vi presenteremo Natural Path, il nuovo percorso ciclistico da 27 km che si sviluppa tra le vigne dell’azienda di Castelnuovo Berardenga nel cuore del Chianti Classico per unire vino, territorio e sport. Ci sposteremo poi in una delle suggestive location che nel fine settimana ospitano la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane con parchi, cantine, cortili e giardini di antiche ville e fattorie aperti al pubblico per una degustazione d’eccezione e un focus dedicato al fondamentale ruolo degli agricoltori. Con Bernardo Gondi daremo consigli utili per trascorrere un week end tra storia e paesaggio in tanti luoghi d’eccezione. Sarà poi Violante Gardini, del Movimento Turismo del Vino Toscana, ad anticipare i contenuti della nuova edizione di Cantine Aperte, quest’anno lunga quattro giorni, dal 30 maggio al 2 giugno, con oltre 70 aziende toscane aderenti con eventi inspirati al tema dei vini e dei cibi rari, tra pic nic e gelati insoliti. Dopo tanto girare ecco i golosi carboidrati di Pasta e Vai, il locale appena aperto in via Pantaneto a Siena con un’inedita formula fa della pasta un ingrediente dello street food di qualità. Sandro Cresti ci proporrà pici e penne take away per ritrovare le forze e ripartire a tutto gusto.

Pubblicato in News, Winestation alla radio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

C’è cultura del vino dentro la nuova casa del Chianti Classico

IMG_5055 (2)

Giuseppe Liberatore – Direttore Consorzio Vino Chianti Classico; Sergio Zingarelli – Presidente Consorzio Vino Chianti Classico; Tessa Capponi – Presidente Fondazione Chianti Classico

L’Expo a Milano? No nel Chianti Classico. Succede a Radda in Chianti, dove la Casa del Chianti Classico ha aperto i battenti per una nuova stagione ricca di eventi, degustazioni ed iniziative, in tema Expo appunto. Storia e alimentazione, Art&Food, Children Park, Future Food District, Parco delle biodiversità. Queste le 5 aree tematiche che caratterizzano l’Expo di Milano sul tema “Nutrire la terra, energie per la vita” e che saranno declinate nel cuore del Gallo Nero grazie a “Expo del Gallo Nero a Radda in Chianti” in programma per tutta l’estate con iniziative rivolte a tutti, esperti e non. La location è quella del meraviglioso Convento di Santa Maria al Prato a Radda in Chianti (oggetto di un sapiente lavoro di restauro che ha lasciato intatta la storia introducendo uno spazio espositivo museale suggestivo e innovativo), il nuovo avamposto dedicato agli appassionati del vino e ai turisti: qui andrà in scena un ricco cartellone di iniziative ideato per raccontare al pubblico, in modo informale e accattivante, cosa vuol dire Chianti Classico, attraverso installazioni, eventi, incontri con i produttori ed esperti del settore. Ci saranno anche spazi per la formazione dei più giovani sulle caratteristiche organolettiche e qualitative dell’Olio Dop Chianti Classico. Insomma un bel modo per fare concretamente cultura del vino e rivolgersi a turisti e autoctoni, attraverso un linguaggio semplice ed immediato, che smette panni troppo spesso formali ed ingessati per essere più vicino ai consumatori finali. E chissà che qualche calice in più non torni a circolare. Il programma completo può essere consultato qui.

Pubblicato in Eventi, News | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento